Santanché e l’appoggio col cappello

Dal cerchio magico berlusconiano, rappresentato ai massimi livelli dalla coppia Sallusti-Santanché, sta montando forte l’idea che il Pdl si attesti sulla linea di un appoggio esterno al governo Monti. E pare che il Capo non sia del tutto insensibile alla proposta. Ora, l’appoggio esterno è per definizione quel sostegno che si garantisce di volta in volta in Parlamento, dopo aver scelto di non partecipare con ministri alla formazione del governo (se l’esecutivo è sul nascere) o dopo averli ritirati (se l’esecutivo è già in carica). La situazione attuale del Pdl non ricade in nessuno dei due casi. Il Pdl non ha fornito ministri al governo, né dunque può ritirarli. “Voteremo solo i provvedimenti che condividiamo”, spiega Santanché. Ma questo – s’immagina – vale anche ora. Non si vede dunque quale sarebbe la differenza tra l’appoggio attualmente garantito a Monti e quello esterno, a parte la mera propaganda legata all’annuncio. Sarebbe solo un camuffamento estetico. Un po’ come se la Santanché, parafrasando Sergio Leone, stesse tutto il giorno a interrogarsi: appoggio col cappello o appoggio senza cappello?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Santanché e l’appoggio col cappello

  1. La Rockeuse ha detto:

    Quando ho letto appoggio ho fatto un pensiero bruttissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...